Festival del Cabaret
Flashnews: 21 agosto 2018
Puglia: maltempo, allerta. Temporali fino a sera. Taranto, acquazzone all’ora di pranzo. Fumo nero dalla raffineria Eni

Protezione civile, previsioni meteo: codice giallo per l'intera regione

Flashnews: 21 agosto 2018
Terremoto: magnitudo 3,2 in Molise non lontano dalla Puglia. Magnitudo 3,9 in Emilia

Nella notte


San Pietro Vernotico, 27enne denunciato. Accusa: senza biglietto del pullman aggredisce poi a bastonate l’autista

Deve rispondere di interruzione di pubblico servizio, minacce, lesioni e porto abusivo di oggetti atti ad offendere

Di seguito un comunicato diffuso dai carabinieri:

I Carabinieri della Stazione di Brindisi Casale al termine degli accertamenti, hanno deferito in stato di libertà un 27enne di San Pietro Vernotico, per “interruzione di pubblico servizio, minacce, lesioni, e porto abusivo di oggetti atti ad offendere”. Il giovane sprovvisto di valido titolo di viaggio e non propenso ad acquistarlo, si è rifiutato di scendere da un autobus di linea urbana della società STP, minacciando l’autista e turbando la regolarità del pubblico servizio di trasporto, determinando anche lieve ritardo alla circolazione. Nel corso della serata il giovane, incrociando l’autista a piedi per le vie del centro, lo ha colpito con un bastone di legno provocandogli lesioni guaribili in due giorni. Il problema delle intemperanze e in qualche circostanza delle aggressioni nei riguardi del personale addetto ai servizi di trasporto pubblico locale ingenera preoccupazione. Infatti, , si registra un aumento degli episodi di inciviltà perpetrati da soggetti che oltre a non essere muniti del titolo di viaggio si abbandonano a comportamenti che a volte sfociano in episodi di violenza. Il tutto a detrimento della sicurezza dei viaggiatori e degli operatori del settore.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Deve rispondere di interruzione di pubblico servizio, minacce, lesioni e porto abusivo di oggetti atti ad offendere

">