Festival del Cabaret
Flashnews: 22 agosto 2018
Nubifragi nel tarantino “un disastro, vendemmia compromessa”

Confederazione agricoltori: devastati uliveti e vigneti La Regione si attivi subito per la stima dei danni


Nel contratto di governo: Ilva di Taranto, chiusura fonti inquinanti. Diffuso da Huffington Post, definito bozza superata da Lega-M5S. Bentivogli (Fim-Cisl): “riconversione economica”, supercazzola

Nella versione pubblicata dal giornale: regole per l'uscita dall'euro e richiesta di abbattere 250 miliardi di debito

L’Huffington Post ha pubblicato il contratto di governo Lega-M5S. Salvo, in serata, una puntualizzazione da parte degli estensori: quella era una bozza, già superata. Governo che col passare delle ore prende sempre più le sembianze della chimera, peraltro. Non c’è un premier, non c’è accordo su immigrazione e grandi opere, ad esempio.

Veniamo al contratto. Così, ad esempio, se la copia in mano ai giornalisti riporta un paragrafo riguardante le regole per l’uscita dall’euro, fonti dei futuribili alleati fanno riferimento al fatto che l’uscita dall’euro non ci sarà.

È scritto, nella versione diffusa dall’Huffington Post, questo in sostanza: a Mario Draghi sarà chiesto che sia abbattuto il debito per 250 miliardi di euro. (Ideona. Ma tu pensa. Magari credono pure che glielo abbatta).

E c’è il riferimento a un preoccupante “Comitato di conciliazione” parallelo al Consiglio dei ministri. Cioè le decisioni istituzionali sarebbero bypassate, nel caso.

Capitolo Ilva di Taranto: chiusura delle fonti inquinanti, è scritto. Riconversione economica e sociale. La formula che viene ripetuta e straripetuta ormai da tempo, senza che si capisca bene in concreto che vuol dire e come si attua, in quanto tempo e con che conseguenze. E ora è il momento di dire tutto ciò. Con chiarezza.

Va detto che nel pomeriggio i genitori tarantini avevano diffuso una lettera aperta ai parlamentari M5S: chiusura, non vogliono altro. E la vogliono da chi ha preso un sacco di voti sulla base di specifiche promesse.

Ora è da capire se sia la versione definitiva, quanto diffuso dall’Huffington Post e, se sì, come la prendano i leghisti di Puglia che con il deputato Sasso e il consigliere regionale Caroppo hanno detto, anche nei giorni scorsi, l’Ilva non si tocca. Con chiarezza.

Adesso è il momento di formule meno teoriche, anche perché incombe il passaggio di proprietà dell’Ilva e la trattativa è, di per sé, una nebulosa. Che ha bisogno di diventare qualcosa di chiaro, qualunque essa sia.

Tweet di Marco Bentivogli, leader Fim-Cisl:

Cari Matteo Salvini e Luigi Di Maio, noi stiamo lavorando per l’ecosostenibilità dell’Ilva e la tutela dell occupazione. La “riconversione economica” non è un contratto di governo ma supercazzola benaltrista pericolosa per ambiente e occupazione indegna per un governo del cambiamento

(immagine: diffusa via tweet da Marco Bentivogli, leader Fim-Cisl)


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nella versione pubblicata dal giornale: regole per l'uscita dall'euro e richiesta di abbattere 250 miliardi di debito

">