CONFASI
Flashnews: 20 febbraio 2019
Le ruspe a Borgo Mezzanone, esercito e forze dell’ordine: giù la baraccopoli

Nota come "pista", luogo di malaffare e condizioni-limite di vita: sgombero dei circa duemila migranti


Taranto: donna uccisa a colpi di cacciavite nel pronto soccorso, niente condanna per l’assassinio

Il 43enne dichiarato infermo di mente, esecuzione della misura di sicurezza in una residenza per cinque anni

Uccise Maria Domenica Dursi in una folle alba al pronto soccorso dell’ospedale “Santissima Annunziata” di Taranto. La donna era lì per un malore. L’uomo entrò, colpì brutalmente con un cacciavite e andò via. Ora è stato dichiarato infermo di mente, per quell’assassinio di tredici mesi fa, 9 agosto 2017. Niente condanna per il 43enne. Disposta la residenza per l’esecuzione della misura di sicurezza, durata cinque anni.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Il 43enne dichiarato infermo di mente, esecuzione della misura di sicurezza in una residenza per cinque anni

">