Flashnews: 19 ottobre 2017
Taranto: falso cieco e usuraio, arrestato 63enne

Accuse nei confronti dell'ex dipendente di banca: interessi annui fino al 120 per cento, percepiti in maniera truffaldina circa centomila euro dall'Inps

Incidente: morto il 31enne Francesco Colucci, di Martina Franca

In territorio di Fasano verso Monopoli l'impatto a bordo della moto. Milano: scontro all'incrocio, morto il 42enne Dario Volpe di Mesagne. Era in motocicletta, stava andando al lavoro. Giornata tragica: cinque pugliesi deceduti in incidenti stradali

francesco colucciIncidente stradale intorno alle quattro e mezza del pomeriggio. Vittima un 31enne di Martina Franca. Secondo la ricostruzione, Francesco Colucci (foto) era a bordo della sua moto quando ha subìto l’impatto mortale, senza coinvolgimento di altri veicoli, in territorio di Fasano, nella zona che dalla 172-dir conduce alla strada verso la contrada Antonelli di Monopoli. Colucci conduceva una Bmw S1000rr che, derapando col posteriore, si è schiantata contro un palo della luce, chiarisce un lettore che ci ha cortesemente dettagliato l’accaduto. Non lontano da Francesco Colucci, un amico a bordo di un’altra moto. Intervenuti sul luogo dell’incidente i vigili urbani di Fasano e i carabinieri di Fasano e Monopoli. La salma di Francesco Colucci è stata poi condotta in obitorio a Monopoli.

A Milano è invece morto, in mattinata, il 42enne Dario Volpe. Originario di Mesagne, l’uomo stava andando al lavoro a bordo della sua motocicletta quando, all’incrocio fra via Sardegna e via Cavalcabò, si è scontrato con una Fiat Freemont. Venti anni fa, per un incidente in motocicletta, morì un fratello di Dario Volpe.

tmp_5943-IMG_20161112_2010381858434084La giornata è stata tragica, con cinque pugliesi morti complessivamente. Infatti la scorsa notte, a Bitetto, deceduti Andrea Albanese 18enne, Stefano Moschetti 19enne e Vincenzo Miraglia di venti anni. Erano a bordo di una fiat Idea finita fuori strada e schiantatasi contro un ulivo dopo averne sradicati altri due. Disposto esame tossicologico sul corpo del guidatore neopatentato. Non servirà purtroppo a riportare in vita nessuno dei tre.

 

 

 

 

 

 

 

 

 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *