Flashnews: 24 giugno 2017
San Giorgio Ionico-Carosino: incidente nella notte, morto il 18enne Pierpasquale Fasciano

Per lo scontro fra la sua moto e un'auto

Puglia, strage di viaggiatori

Corato-Ruvo di Puglia, venttrei morti nell'incidente ferroviario. Scontro frontale tra due treni. Un bambino salvato dai pompieri. Renzi: momento del dolore, accertare le responsabilità

Una bimba abbracciata alla mamma. Morte. Nel treno. Ventitre morti, il bilancio nella serata. Già simbolica, la storia di un bambino salvato dai pompieri. Due treni si sono scontrati frontalmente, poco prima di mezzogiorno, sulla linea ferroviaria Bari nord, fra Corato e Ruvo di Puglia. Il premier Matteo Renzi, in serata, sul luogo del disastro. Ha parlato, il presidente del Consiglio, di momento di dolore ma anche di accertamento di responsabilità. Vertice, in serata, in prefettura a Bari. Sul posto, con Renzi, il ministro delle Infrastrutture, Graziano Delrio, e il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano. C’è anche il capo della protezione civile, Curcio. Al lavoro, decine di squadre dei pompieri e molti altri soccorritori.

Hanno avuto la peggio, nell’incidente, le prime due carrozze di ciascuno dei due convogli. Complessivamente, in viaggio circa trecento persone, fra pendolari e studenti che si recavano all’università di Bari o tornavano nelle rispettive residenze. Domani l’identificazione di tutte le vittime. Il primo identificato, oggi, un commissario di polizia: Fulvio Schinzari.
C’è urgenza di medici e infermieri, nonché di donatori, sul posto. Il sindaco di Corato, Mazzilli: chiunque possa, venga ad aiutarci. Contattare la polizia locale.

 

corato incidente feroviario


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *