Nuova costruzione
Flashnews: 16 giugno 2019
Porto Cesareo: si tuffa, urta il fondale. In codice rosso 22enne di Monteroni di Lecce

Ricoverato al "Vito Fazzi"

Flashnews: 16 giugno 2019
Taranto: sotto la strada, reperti di 2300 anni fa

Scoperta archeologica durante lavori per la rete elettrica


La spunta su Poste italiane, dal Veneto potrà tornare a lavorare in Puglia

Decisione del giudice di Vicenza: il dipendente originario di Martina Franca chiedeva l'avvicinamento per motivi di salute di un familiare

Dopo otto anni di lavoro a novecento chilometri di distanza, il lavoratore pugliese potrà tornare nella sua regione. Questo stando alla decisione del giudice di Vicenza. Originario di Martina Franca, il dipendente di Poste italiane aveva avanzato, da tempo, istanza di trasferimento dal Veneto per necessità legate alla salute di un familiare e chiedeva di fruire di quanto disposto in materia, legge 104/92. Solo che non veniva individuata una possibilità di trasferimento, non tanto in valle d’Itria ma neppure nella regione. Il legale del sindacato Slp-Cisl tarantino, Basilio Puglia, ha tutelato il lavoratore nel giudizio e ha avuto la meglio, in questo grado del giudizio. Il dipendente, è disposto, potrà avvicinarsi alla famiglia, almeno nella regione. Occupazione, prospetta il sindacato, nel Salento.


allegro italia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Decisione del giudice di Vicenza: il dipendente originario di Martina Franca chiedeva l'avvicinamento per motivi di salute di un familiare

">