Taras
Flashnews: 17 ottobre 2018
Tap: Alessandro Di Battista, “con il governo del movimento 5 stelle in due settimane quest’opera non si fa più”. Come no

Lo disse il 3 aprile 2017. Invece il gasdotto Tap sarà, come l'Ilva, una promessa elettorale non mantenuta dai grillini. Fitto: "M5S ha perso la faccia"


Ilva: più del previsto gli operai che vogliono la buonuscita

Iniziata la trattativa fra Arcelor Mittal e sindacati che comunque chiedono chiarezza sulle scelte dei futuri ingaggi

Iniziata la trattativa fra Arcelor Mittal e sindacati sul personale della nuova Ilva. Emerge una novità: il numero dei lavoratori interessati alla buonuscita da centomila euro lordi pare superiore al previsto. L’hanno scelta in circa trecento, in una settimana.

Dall’inizio della prossima settimana l’esame delle prime duecento istanze. Arcelor Mittal ribadisce che saranno circa 8400 i dipendenti nel siderurgico di Taranto. Il bonus per l’esodo volontario sarà minore con il passare del tempo. A voler lasciare l’Ilva, secondo le prime stime, molti in procinto della pensione e i giovani.

Peraltro i sindacati chiedono che non sia fatta, d’altro canto, alcuna discriminazione di alcun tipo sui futuri ingaggi dell’Ilva.

In particolare la Uilm ha denunciato che un caporeparto aveva stilato una lista. Per lo meno inopportuna.

(foto: non strettamente connessa alla notizia)


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Iniziata la trattativa fra Arcelor Mittal e sindacati che comunque chiedono chiarezza sulle scelte dei futuri ingaggi

">