Taras
Flashnews: 13 novembre 2018
Baldassarre, autopsia: scompenso cardiaco acuto

Eseguito a Lecce l'esame medico legale sul cadavere dell'ex eurodeputato morto venerdì notte

Flashnews: 13 novembre 2018
Il vigile urbano di San Nicandro Garganico è morto dopo tre mesi d’agonia, travolto da un’auto mentre regolava il traffico per un incidente

Carmelo D'Addetta aveva 60 anni. Nel sinistro di ferragosto persero la vita due ragazzi di Torremaggiore

Flashnews: 13 novembre 2018
San Pancrazio Salentino: esplode bombola, crolla il tetto di una casa

Marito e moglie di 80 e 77 anni ricoverati al "Perrino" di Brindisi


“Noi del dirigibile Italia”, novanta anni dopo si ritrovano i discendenti

Da varie zone del Paese

Lettera aperta, scritta da Giuseppe Biagi jr., “Noi del dirigibile Italia”:

Cari discendenti, amiche, amici, autorità e stampa intervenuti.

 

Vorrei ringraziarvi tutte e tutti per la splendida partecipazione al 90mo anniversario della spedizione del dirigibile ‘Italia’,  in primis i discendenti e i parenti e chi, a vario titolo, ha messo il proprio tempo e le proprie esperienze affinché l’evento potesse riuscire al meglio.

Credo che siamo riusciti a mettere il primo mattone nell’edificio di un ricordo che, nonostante i lati tragici che hanno colpito alcuni di noi, servirà a fare rinascere e rivivere le emozioni che tutti quanti abbiamo raccolto durante lo scorso fine settimana romano. Siete intervenuti tutti con gioia e partecipazione venendo da Monaco, Milano, Bergamo da Padova da Varie città de Friuli Venezia Giulia, La Spezia ma anche da Roma e Lauro, abbiamo avuto ospiti da Praga e dalla lontana Russia che hanno voluto portar la loro testimonianza a questo Bellissimo e spero primo evento di noi discendenti. Sono intervenute tantissime altre persone da tutta Italia che hanno voluto condividere insieme a noi questo evento.  Un sincero ringraziamento  va a tutte le autorità militari intervenute, Aeronautica, Marina e il corpo degli Alpini oltre agli uffici storici delle nostre due forze militari e ai vari musei intervenuti. Il team di Polarquest , il C.N.R. e tutti i Patrocinatori del’ evento. Un mio sincero e personale ringraziamento va alla casa dell’ Aviatore che ci ha ospitato per questa 2 giorni nei loro splendidi locali. Un doveroso ringraziamento agli amici delle televisioni e della carta stampata che ci hanno dato visibilità con i loro interventi. Il comune di Lauro che ci ha supportato, oltre all’ amico Luigi De Biasi che ci ha dato in prestito per l’ esposizione “la tenda rossa” e tutta l’ attrezzatura. Siamo stati, inoltre, onorati dalla presenza della Principessa Elettra Marconi la quale ci ha voluto portare il suo personale saluto.

‘Ho incontrato molte belle persone’: ecco, questa è la frase più emozionante e piacevole che ho sentito dalla stragrande maggioranza delle persone che ho conosciuto in questi giorni che hanno coronato un lavoro di mesi. Ma è stato anche un viaggio nella storia, nei ghiacci, nel cielo, nelle onde radio, nella vita e in ricordi personali e collettivi che pensavamo perduti.

Consentitemi ancora una volta di fare i due nomi del gruppo che ha fatto partire tutto quanto: Francesco Clemente, argentino e veneziano quanto basta, e Fabio Tagetti, un po’ veronese e un bel po’ inglese. Senza di loro sarebbe stata dura, ma come avete visto il gruppo di spinta si è allargato e altri si sono aggregati, Paolo Fiorani, Gianluca Casagrande, il Col .Giuseppe Prestigiacomo e Antonio Ventre, per completare le fondamenta con un lavoro costante notevole per qualità e quantità. E sono sicuro che in questo siate tutti d’accordo.

Vi ringrazio ancora per la vostra presenza e spero che le emozioni che ci hanno coinvolto ci facciano ricordare che noi tutti siamo il nostro passato.

Grazie a tutti di cuore


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Da varie zone del Paese

">