Flashnews: 28 aprile 2017
Torremaggiore: agguato, ucciso il 37enne netturbino Pasquale Maiellaro

Omicidio stamani a colpi di pistola. Quindici anni fa, l'umo assassinato oggi uccise un coetaneo

Flashnews: 28 aprile 2017
Terrorismo: arrestato congolese, era stato ospite del centro per rifugiati di Brindisi

Espulso dall'Italia un marocchino che aveva avuto contatti con Anis Amri, autore della strage al mercatino di Natale di Berlino

Anche il porto di Taranto fra gli interessi dei due fratelli cyber-spioni: massoneria e finanza

Giulio e Francesca Maria Occhionero, arrestati con l'accusa di avere hackerato anche i vertici istituzionali fra cui gli ex premier Monti e Renzi

Una delle quattro strutture dello spionaggio web ha cone acronimo Tabu: Taranto business, significa. Al servizio degli interessi dell’organizzazione americana, per il porto di Taranto.
Una delle quattro strutture. Insieme alle altre, secondo l’accusa, fa parte del sistema di spionaggio messo su dai fratelli Giulio e Francesca Maria Occhionero, oggi arrestati. L’operazione di contrasto ai cyber-spioni è una delle più importanti mai realizzate in Italia. Migliaia di siti e indirizzi email hackerati, a partire da quelli di Mario Monti, Mario Draghi e Matteo Renzi per proseguire con quelli di numerosissimi parlamentari, banchieri, imprenditori e molti altri ancora. Giulio Occhionero, ingegnere nucleare, già coinvolto nella vicenda della loggia P4, è un massone. Sua sorella Francesca Maria, fra le altre cose, è alpinista.
Il server sequestrato in America dall’Fbi e il materiale in un garage di Roma rappresentano l’enorme archivio dei due fratelli. Massoneria e finanza, spionaggio nei confronti (fra l’altro) dei vertici dello Stato. Al servizio di chi?
(foto: fonte la rete)
tmp_6463-IMG_20170110_2020521038798528


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *