Taras
Flashnews: 17 gennaio 2019
Bari-Putignano, capotreno aggredito “da un idiota senza biglietto”

Convoglio delle ferrovie sud est


Cloro irregolare per i potabilizzatori dell’Acquedotto pugliese: due arrestati

Fra loro il vicepresidente di Confindustria Bari

Turbativa d’asta, frode in pubbliche forniture e truffa aggravata e continuata in danno di Acquedotto Pugliese, parte lesa. Queste accuse a vario titolo hanno portato ad indagare sette persone fra cui due arrestati: il 62enne Donato D’Agostino, titolare dell’omonima azienda nonché vicepresidente di Confindustria Bari, e il chimico Francesco Loliva. Arresti eseguiti dalla Guardia di finanza. Il cloro fornito dall’azienda D’Agostino all’Acquedotto pugliese per la sanificazione dei depuratori, stando all’accusa, era utile per usi industriali ma non per impieghi riguardanti gli umani.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Fra loro il vicepresidente di Confindustria Bari

">