Nuova costruzione
Flashnews: 23 marzo 2019
San Pietro Vernotico-Cellino San Marco: incidente, tre morti

Scontro nella notte, vittime in età fra i 17 e i 19 anni. Due feriti

Flashnews: 23 marzo 2019
Giornate Fai di primavera, oggi e domani. Gli appuntamenti in Puglia

Ventisettesima edizione


Latiano: denunciato per furto di energia elettrica. Accusa, sottratti trecentomila KWh

San Vito dei Normanni: ospite del Cas vuole in anticipo il contributo mensile, aggredisce operatori

Di seguito alcuni comunicati diffusi dai carabinieri:

I Carabinieri della Stazione di Latiano al termine degli accertamenti, hanno deferito in stato di libertà per furto aggravato continuato di energia elettrica, un falegname 43enne del luogo.

L’attività di verifica è avvenuta all’interno della falegnameria dell’uomo dove è stata accertata la presenza di by pass (allaccio diretto abusivo) alla rete elettrica. Pertanto l’energia prelevata non veniva registrata dal contatore presente all’interno del laboratorio. L’allaccio abusivo sostanzialmente alimentava tutta una serie di macchinari tra cui una sega a nastro, un troncatrice, una pialla combinata, una raffinatrice, due piallatrici, un compressore ed altri utensili aziendali. I tecnici della società erogatrice hanno provveduto a rimuovere l’allaccio abusivo mediante il troncamento del cavo di rame, e a mettere in sicurezza l’intero impianto. Al momento, non è stato possibile computare il numero delle Kwh sottratte, e il conseguente controvalore economico che ne è derivato, è solo possibile fare una stima approssimativa che si aggira in un quantitativo stimato di energia sottratta pari a 300.000,00Kwh per un controvalore di circa 60.000€.

—–

I Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di San Vito dei Normanni, a conclusione degli accertamenti, hanno deferito in stato di libertà un cittadino ivoriano di 20 anni, richiedente asilo, in regola con i documenti di soggiorno, ospite del Centro di Accoglienza Speciale di “Egida” presso l’hotel Resort dei Normanni. In particolare l’ivoriano al fine di ottenere in anticipo il contributo economico mensile spettante, usando violenza e minaccia nei confronti degli operatori del centro si è impossessato di una catena con lucchetto con la quale ha chiuso il cancello della struttura per impedirne il transito in entrata ed uscita, nonché ha spintonato e colpito con calci un operatore del centro provocandogli contusioni ed escoriazioni ad una mano giudicate guaribili in 10 giorni.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

San Vito dei Normanni: ospite del Cas vuole in anticipo il contributo mensile, aggredisce operatori

">