Nuova costruzione
Flashnews: 23 maggio 2019
Strage di Capaci, 27 anni fa l’assassinio mafioso di Giovanni Falcone

Il 23 maggio 1992 morirono nell'esplosione anche Francesca Morvillo, Vito Schifani, Rocco Di Cillo e Antonino Montinaro. La nave della legalità a Palermo e altre iniziative commemorative


Truffa del gasolio agricolo nel tarantino, quindici rinviati a giudizio

Quasi tre milioni di litri, secondo l'accusa

Associazione per delinquere, truffa ai danni dell’Agenzia delle dogane, favoreggiamento, emissione di fatture e documentazioni per operazioni inesistenti, falso ideologico in atto pubblico, sottrazione di prodotti petroliferi all’accertamento e al pagamento dell’accisa sugli oli minerali. A vario titolo sono queste le accuse di cui dovranno rispondere i quindici rinviati a giudizio dal gup Pompeo Carriere a Taranto. Prima udienza il 3 giugno.

La truffa del gasolio agricolo, stando all’accusa, consiste nella vendita, ad operatori del settore autotrasporti, di carburante che gode di agevolazioni fiscali, quale è appunto il gasolio agricolo. Roberto, Bruno e Aurelio Vitiello, di 38, 46 e 43 anni, furono arrestati tre anni fa. Fratelli, titolari dell’azienda con sede a Massafra in cui, stando alle contestazione, venne riscontrata l’attività illegale di vendita di circa due milioni 700mila litri di gasolio agricolo.


allegro italia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quasi tre milioni di litri, secondo l'accusa

">