CONFASI
Flashnews: 17 febbraio 2019
San Severo: la scelta del candidato sindaco finisce a pugni fra leghisti, un ricoverato

Caso scatenante, il sostegno ad una esponente di Forza Italia

Flashnews: 16 febbraio 2019
Gallipoli: elemosinante nigeriano sventa rapina al supermercato. E viene assunto

Bottino interamente recuperato


Carabinieri di Triggiano: rapina nel centro commerciale di Bari, arrestati tre brindisini

Il colpo da quasi sessantamila euro avvenne il 7 giugno scorso

Di seguito un comunicato diffuso dai carabinieri:

I Carabinieri della Compagnia di Triggiano hanno data esecuzione ad un’ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa dal G.I.P presso il Tribunale di Bari dott. Giovanni Anglana su richiesta del Sostituto Procuratore dott.ssa Larissa Catella, a carico di tre malfattori responsabili della violenta rapina alla gioielleria “Sarno Oro” del centro commerciale “Mongolfiera” Santa Caterina di Bari, avvenuta il 7 giugno 2018. Si tratta di tre pregiudicati brindisini I.A. 25 anni , P.D 27 anni, e T.E. 20 anni. I malviventi il 7 giugno 2018 avevano fatto irruzione all’interno del citato centro commerciale travisati da passamontagna ed indossando tute da lavoro bianche, impugnando, peraltro, grossi martelli, si erano diretti immediatamente presso la gioielleria Sarni Oro, dove avevano costretto la commessa a rimanere immobile ed accovacciata in un angolo del negozio, mentre i malfattori spaccavano le vetrine del punto vendita asportando numerosi monili in oro e argento per un valore totale di 59.268,00 euro. Terminata l’azione delittuosa i tre si erano dileguati a bordo di un’autovettura sportiva che nelle ore immediatamente successive al delitto veniva rinvenuta abbandonata nell’agro del Comune di Cellamare dai militari della Compagnia di Triggiano. Veniva avviata, pertanto, una complessa attività investigativa da parte dei militari dell’Arma coordinati dal Sostituto Procuratore dott.ssa Larissa Catella che ha permesso di giungere all’identificazione dei tre malviventi, acclarata successivamente in maniera incontrovertibile tramite il confronto con i profili D.N.A. estrapolati dall’autovettura utilizzata per il colpo. I tre arrestati si trovano ora presso la Casa Circondariale di Brindisi.


Carla Palone

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Il colpo da quasi sessantamila euro avvenne il 7 giugno scorso

">