CONFASI
Flashnews: 20 febbraio 2019
Le ruspe a Borgo Mezzanone, esercito e forze dell’ordine: giù la baraccopoli

Nota come "pista", luogo di malaffare e condizioni-limite di vita: sgombero dei circa duemila migranti


Lecce: carota nel retto, aveva denunciato stupro. Il settantenne finisce sotto processo

Si era presentato al "Vito Fazzi" per farsi estrarre l'ortaggio. La versione non ha convinto gli inquirenti: citazione in giudizio per simulazione di reato

Si era presentato al “Vito Fazzi” di Lecce con una carota conficcata nel retto. Aveva detto di essere stato vittima di una rapina corredata da quella violenza fisica.

I carabinieri, però, non rimasero convinti della versione del settantenne: solo in casa, in preda a due uomini di colore e poi ritrovato privo di sensi dalla moglie rientrata nell’abitazione.

Il pm Stefania Mininni ha emesso il decreto di citazione diretta in giudizio: il settantenne dovrà rispondere di simulazione di reato. Processo il 5 aprile.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Si era presentato al "Vito Fazzi" per farsi estrarre l'ortaggio. La versione non ha convinto gli inquirenti: citazione in giudizio per simulazione di reato

">